Gyoza: i ravioli giapponesi

Gyoza: i ravioli giapponesi

I gyoza sono anche più comunemente chiamati ravioli giapponesi, ma la loro origine affonda le radici nella lontana Cina.

La versione più diffusa e popolare è a base di carne trita di maiale, alla quale vengono aggiunte verdure tagliate finemente; la tradizione vuole che vengano cotti al vapore e poi intinti nella salsa di soia condita con aceto e peperoncino prima di essere mangiati.

Le ormai recenti tendenze e la rapida diffusione in occidente dei gyoza lo hanno reso uno dei piatti più contaminati provenienti dall’oriente; infatti non è insolito trovare locali e chef affermati che propongono la loro versione di gyoza, racchiudendo sapori occidentali nelle rigorose forme di questi ravioli.

Le fasi di stesura della pasta e della loro chiusura richiedono una tecnica specifica ed una grande pratica. Sono pochi coloro che hanno potuto assistere allo spettacolo della loro realizzazione da parte di mani esperte, e possono apprezzarne e comprenderne la difficoltà.

Tradizione vuole infatti che lo spessore delle basi sia più esile all’esterno e più spesso all’interno per un duplice motivo:

-Lo spessore delle parti piegate non deve risultare eccessivo;

-La farcia, tradizionalmente umida, non deve indebolire la pasta.

I gyoza sono ideali per i ristoranti fusion oriental, ma anche per i bar che vogliano proporre un aperitivo innovativo e alla moda.

Sono anche molto apprezzati per una pausa pranzo leggera, ma gustosa e sono spesso utilizzati come ingrediente base della bentobox.

Il bento è un vassoio contenitore con coperchio, tipico della tradizione giapponese. Può avere varie forme e dimensioni ed è adibito a servire un pasto, in singola porzione, da gustare in casa o all'aperto, con il servizio take away. Sono molti i bar, ristoranti e stabilimenti balneari che offrono alla propria clientela una vasta tipologia di bentobox con gyoza, tempura, insalata ed edamame.

WhatsApp Image 2022 05 13 at 10.20.16.jpeg
undefined

Idee per una ricetta originale!

Il nostro sushiman professionista e consulente per il mondo oriental propone gyoza cacio, pepe e cozze serviti con una fonduta di cacio e pepe fumante!

Il procedimento è semplice, una volta pulite le cozze, far soffriggere uno spicchio d’aglio in camicia e mettere quindi le cozze in padella, sfumare con uno spruzzo di mirin, far evaporare qualche secondo e coprire finchè non saranno aperte completamente; nell’attesa tritare finemente 1 cm di radice di zenzero ed aggiungerla alla padella 30 secondi prima di spegnere il fuoco. Far raffreddare il tutto e prelevare la parte edibile buttando via le valve.

Filtrare due volte il liquido di governo e metterne una parte a bagnomaria insieme al pecorino grattugiato ed il pepe Sichuan, girare finché la nostra fonduta non sarà completamente sciolta e vellutata.

Realizzare il disco di pasta o prenderne uno pronto, farcirlo con una cozza, un cucchiaino di fonduta e procedere alla chiusura.

Cuocere il nostro raviolo al vapore e piastrarlo con un filo d’olio nella parte piatta; servirlo con un brick della sua fonduta ben calda e finire al tavolo.

Scopri tutti i prodotti oriental presenti nei nostro e-store!

1823100